Buon Anno 2021 a tutti da Alessandria today

A tutti i sempre più numerosi lettori, ai blogger che ci seguono, agli amici e agli autori che hanno contribuito a far cresce il blog, auguro Buon Anno 2021 da Alessandria today.

Con la speranza che l’anno nuovo sia migliore di quello che ci lasciamo alle spalle e porti a tutti salute, lavoro e felicità.

Alessandria today

Pier Carlo Lava

La storia dell’albero di Natale

L’uso moderno dellalbero nasce secondo alcuni a Tallinn, in Estonia, nel 1441, quando fu eretto un grande abete nella piazza del Municipio, Raekoja Plats, attorno al quale giovani scapoli, uomini e donne, ballavano insieme alla ricerca dell‘anima gemella. Tradizione poi ripresa dalla Germania del XVI secolo.

L’albero di Natale è, insieme con la tradizione del presepe, una delle più diffuse usanze natalizie. L’albero di Natale è un uso di origine nordica, particolarmente diffuso nell’area tedesca. Si tratta in genere di un abete o un sempreverde addobbato con palline, piccoli oggetti colorati, luci, festoni, dolciumi; alla base o sui rami si pongono piccoli regali impacchettati. Un tempo l’albero era sempre di origine naturale, di solito un piccolo abete che veniva tagliato nel bosco e portato in casa come addobbo natalizio. In epoca industriale iniziarono il commercio degli abeti coltivati e degli abeti di materiale plastico, in vari formati e colori.

L’abete può essere portato in casa o tenuto all’aperto, viene preparato qualche giorno o qualche settimana prima di Natale e rimosso dopo l’Epifania. Nelle grandi città è d’uso abbellire una delle piazze principali con un grande abete.

Quando l’albero viene collocato in casa, è tradizione in Italia che nei pressi o ai suoi piedi venga collocato anche il presepe, come pure siano collocati anche i regali di Natale ben impacchettati, in attesa del giorno della festa in cui potranno essere aperti.

Nella tradizione milanese l’albero di natale viene preparato a Sant’Ambrogio, patrono di Milano, il 7 dicembre; mentre nella tradizione barese è allestito a San Nicola, patrono di Bari, il 6 dicembre. Un’altra usanza ne prevede la preparazione l’8 dicembre, ovvero durante la festività cattolica dell’Immacolata Concezione.

L’immagine dell’albero come simbolo dell’axis mundi che collega il Cielo supremo sede della Divinità (specificamente la stella polare) e la Terra, ha origini molto antiche e trova riscontri in diverse religioni.

Da Wikipedia