Racconti: L’AMORE ANARCHICO, di Gregorio Asero

L’AMORE ANARCHICO

Il mondo a volte ha le ore di diversa durata, la luce appare come ovattata e gli spazi acquistano una profondità irreale. 

Questi sono i momenti in cui l’innamorato ama perdersi nei suoi dolci tormenti. L’amore infatti è quello strano artista che riesce a dipingere la volta del cielo e regala alle stelle un magico scintillio. 

L’amore ti fa muovere, ti fa respirare, ti fa sentire leggero, ti fa parlare in modo del tutto diverso. 

L’amore è un regalo della vita, anche se ti fa piangere e ti fa soffrire, anche se il desiderio di urlarlo al mondo ti espone a pericoli imprevisti; ecco perché gli amanti hanno il diritto di amarsi per tutto il tempo che è loro concesso. 

Penso che chi si ama debba poterlo fare senza sensi di colpa. Il compito degli amanti è di amarsi, nulla a che fare con la quotidianità della vita; nulla a che vedere con mariti, mogli, figli, dovere sociale, falso perbenismo. 

L’amore è anarchico, è libero dagli schemi imposti da una società falsa e bigotta.

Gregorio Asero

foto pexels