non mi accorsi 
di lui: era lì 
uomo e istante

ritto accanto a me
spaccava la mappa della mia solitudine
tra le dita una goccia di sangue   
la roteava ne baciava la profondità
non la pesava

non mi accorsi
di lui: era lì 
uomo e delirio 

ritto accanto a me
agghindava di parole la piccola 
goccia
dai volteggi irrequieti 
in fuga nei baci

non mi accorsi 
di lui: era lì
uomo e impronta

ritto accanto a me
a sciorinare al sole dilemmi e
baruffe aguzze
a trasformarli in lievito 
per paesaggi costruiti nella carne

non mi accorsi
di lui: era lì 
uomo e dentro

non avverti il mio peso?
tu mi sei storia
preambolo di deserto a 
una cosa seria d’amore
in ascolto

L'immagine può contenere: una o più persone

Renè Magritte: “gli amanti”

https://poesiesemiserie.com/page/39/