Il corpo s’intrecciava di rosso
e di scarmigliate certezze.
La danza lassù tra le stelle
era iniziata con un po’ di ritardo 
quella sera
e trascinava il passato
senza al di là
in un vortice di colori.

Il valzer dei sentimenti
morti
appartiene alle ombre
come campanelli squillano ancora 
e non le lasciano
nello spazio vuoto albergano ancora.
Le loro larve cantano nel coro
delle stelle.

Succede anche
tra i morti la rivoluzione.

distesa di stelle egizia

https://poesiesemiserie.com/page/39/