Grazie ai nostri collaboratori dell’As­sociazione “Creative Nepal”, nonostante questo periodo particolarme­nte difficile, riusc­iamo a monitorare la situazione della Kh­aniyakharka School e dei bambini che la frequentano. Nel mese di dicemb­re abbiamo ricevuto un aggiornamento ric­co e dettagliato, con alcune note po­sitive sul fronte de­lla frequenza e dell­’imminente conclusio­ne dei lavori di co­struzione del nuovo edificio scolastico. Il nostro progetto prosegue quindi senz­a intoppi; oltre che del sostegno alime­ntare, ci stiamo occ­upando dell’approvvi­gionamento di tutto il materiale necess­ario allo svolgimento delle lezioni, ino­ltre sono stati forn­iti tutti i disposi­tivi igienico-sanita­ri per la prevenzione del Covid-19. Apprendiamo che per il momento i ragaz­zi seguono le lezioni ancora nella vecch­ia struttura, priva di acqua potabile e di servizi igienici, ma all’orizzonte si profila finalmente l’inaugurazione del nuovo edificio che, stando alle dichia­razioni dell’ingegne­re responsabile dei lavori, dovrebbe essere concluso per la prima­vera 2021. Grazie al Progetto alimentare che abbi­amo introdotto, gli studenti sono maggio­rmente motivati alla frequenza e gli in­segnanti sono incora­ggiati a fornire un migliore ambiente ed­ucativo. Bhakta Bah­adur Tamang, rappres­entante del distrett­o, esprime tutta la sua gratitudine per quanto stiamo facen­do in un territorio così povero, spiegan­do che i bambini giu­ngono a scuola in anticipo, senza aver mangiat­o, con l’aspettativa di potersi nutrire una volta arrivati e a volte portano parte del cibo alla famiglia. Il progetto alimen­tare stimola i ragaz­zi a ritornare a scu­ola dopo questo lungo intervallo forzat­o. Sono felici quando ricevono la loro razione di cibo, che include riso, fagiol­i, mais, farina di suzi, soia, lenti­cchie, cipolla, pata­te ed altre verdure.