Nucleare: Molinari (Lega), nessuna decisione senza confronto. Si rinvii tema a fine emergenza Covid

Roma, 11 gen. – “Sul tema dei depositi dei rifiuti radioattivi occorre rinviare ogni decisione e gli adempimenti dei comuni almeno fino alla fine dell’emergenza Covid-19. In ogni caso, vanno escluse zone densamente popolate, a vocazione agricola e limitrofe a siti Unesco e i siti in Sardegna e Sicilia, perchè contrastano chiaramente con il criterio dell’efficacia delle vie di comunicazione primarie e delle infrastrutture di trasporto. La Lega ha presentato una mozione chiedendo appunto di valutare quest’ipotesi, visto il perdurare della pandemia. Allo stesso tempo chiediamo che vengano coinvolte le Regioni e i territori nel processo decisionale tramite una consultazione pubblica e che il Parlamento venga costantemente aggiornato sul tema. Le modalità di decisione e comunicazione sin qui adottate da questo governo in una questione così delicata sono irragionevoli. Il Paese è in piena emergenza e decisioni simili che condizionano fortemente la vita del territorio prescelto, devono essere il frutto di un lavoro motivato e condiviso”. 

Così Riccardo Molinari capogruppo della Lega alla Camera.