Photo by Matt Hardy on Pexels.com
Freddo pungente sfiora profili sopiti
e segnati da lacrime indefinite.
Rintocchi dell'animo si sposano
con i palpiti che furono prima sorrisi
ma trasformati in malinconia latente.
Dentro una voce chiama un amore
che canta un pezzo malinconico
e come un salice piangente
si perde nelle sue movenze
nel grigio di un orizzonte nebuloso.
Mancano sul dorso della mano 
tepori di un viso mai dimenticato
che trovavano riparo in abbracci
apparentemente eterni nel loro incedere.
Sembrano ricordi ormai svaniti
e l'aria diviene rarefatta al pensiero
di un alba che di colpo è stata
soffocata da un tramonto di un amore 
naufragato nel silenzio dell'omertà.

Tutti i diritti sono riservati all'autore


Salvo Occhino