M5S Alessandria: Se i giornalisti perdono la strada

Siamo rimasti senza parole davanti ad un editoriale che è riuscito a calpestare senza ritegno il ricordo di tre uomini che hanno sacrificato la vita sul lavoro e a trasformare i carnefici in povere vittime. Pochi fatti, infarciti da moralismo di bassa lega e luoghi comuni. 

Un testo che non offende solo i morti e le loro famiglie, ma tutta la nostra comunità, che non si merita tanta bassezza da uno dei suoi giornali più importanti. 

È tardi per un passo indietro; forse non è tardi per riconoscere di aver toccato il fondo e chiedere scusa.

M5S Alessandria