Nell’attesa
mi tingo di bianco
trucco finestre di sale
Fermo tu, corda di cerchio
Ti confesso molteplici abbracci
dal valore assoluto di te

E la voce manca di adesione
morde interni indeterminati

La parola mancante
è sempre uguale
si stacca dalla lingua
cade nel piatto
dove mai e sempre ancora
abbiamo goduto
sporcandoci il palato

Immagine dal web