Quando credi aver finito, Vittorio Zingone

Quando credi   

Quando credi aver finito   

Di risalir la china   

E d’essere approdato  

In sulla vetta,   

Che pienezza avverti   

In seno al cuore!   

Cosi’ avviene spesso,  

Ma il destino  

Non ti consente vivere il trionfo;   

Ti vieta di godere  

I frutti del sudore della fronte.   

Da chi meno te l’aspetti  

Ti si tendon   

sulla strada che percorri   

Subdoli tranelli.  

Ma il male piu’ grande,  

E’ fuor di dubbio,   

Te lo commini sempre  

Da te stesso.   

I piu’ insidiosi trabocchetti   

Son frutto  

Delle proprie debolezze.   

Ma puoi condannar te stesso   

Piu’ che incolpare   

Chi procede accanto,  

Chi ti raggiunge  

E spesso ti sorpassa?   

Di rado ci si sottopone  

A stringenti esami di coscienza;  

Troppo di rado, vista la superbia  

Che ci avvince   

in sue possenti morse!

foto pexels