INTROSPEZIONE, Vincenzo Pollinzi

INTROSPEZIONE

Il sole si è appena nascosto

dietro un grappolo di nuvole e

il cielo veste gli abiti scuri

del dubbio più mordace.

È come fare i conti con l età,

il tempo mio passato e

il tempo che mi rimane.

Penso al niente che

mi aspetta al varco,

più in là del niente il vuoto.

Sento che il salire è meno

faticoso che lo scendere e

mi libero di inutili fantasmi

rincorrendo me stesso su strade

ormai da tempo smarrite.

Respiro aria di ricordi

nel bisogno di sentirmi vivo.

POLLINZI VINCENZO @ Gennaio 2021

Diritti Riservati sul testo

Foto di Vincenzo POLLINZI