DemoS. “Sulle scorie nucleari vanno evitati approcci demagogici”

Ieri si è svolto il primo incontro del tavolo di trasparenza e partecipazione sul nucleare, attivato dalla Regione Piemonte per la concertazione territoriale prevista dalla legge ed indispensabile per l’individuazione del sito idoneo ad ospitare il deposito nazionale dei rifiuti radioattivi. 

“Su questo tema servono il confronto con i territori, massima serietà e trasparenza – dice Paola Ferrari, coordinatrice provinciale di Alessandria di DemoS-Democrazia Solidale – bisogna evitare gli approcci demagogici che abbiamo registrato da parte di partiti che sono sempre stati favorevoli alle centrali nucleari”. Per Ferrari ieri è iniziato un percorso di consultazione pubblica che richiederà tempo: 

“La Regione deve garantire ai territori la più ampia possibilità di esprimersi e formulare osservazioni alla proposta di Sogin in vista del seminario nazionale dove saranno esaminati gli esiti della concertazione”.