Grazie ai controlli della Polizia ferroviaria gli agenti di Novi Ligure hanno indagato una trentenne romena, senza fissa dimora, con numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, resistenza, oltraggio e minaccia a Pubblico Ufficiale, rifiuto di generalità e vilipendio delle istituzioni e delle Forze Armate. La ragazza, controllata a bordo di un treno regionale sulla tratta Alessandria-Arquata Scrivia, ha infatti reagito alla richiesta di documenti iniziando a inveire contro i poliziotti con epiteti offensivi e minacciosi, continuando con il suo atteggiamento ostile fino agli uffici di Polizia.

L’attività rientra nei risultati del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle d’Aosta nell’ambito dell’azione di controllo straordinario “Active Shield”, del 19 e 20 gennaio che ha prodotto in tutto 3 indagati, 1.165 persone controllate, 112 operatori impegnati in 28 stazioni ferroviarie, 285 treni presenziati .

Radio gold