Casale Insieme: Considerazioni sulla sospensione della ZTL

Casale Monferrato: Giovedì 28 gennaio, in Consiglio Comunale si discuterà del ripristino della ZTL, della concessione di pass mirati agli addetti ai lavori e dei parcheggi blu gratuiti, il tutto grazie alla mozione proposta dal gruppo PD che speriamo verrà accolta dal sindaco e da tutta la maggioranza

Ci chiediamo se l’apertura indiscriminata della ZTL abbia incentivato davvero l’attività economica.

A noi pare che il tutto si stia traducendo solamente in un passaggio di auto nelle vie del centro, che spesso sostano senza permesso.

Di fronte alle persone costrette a stare maggiormente in casa e uscire sporadicamente, magari solo in centro, dare accesso indiscriminato ai mezzi è il contrario di quanto serva: meno sicurezza e più inquinamento.

Il coordinatore Gabriele Merlo: “Come Casale Insieme ribadiamo con forza che tornare indietro di trent’anni non sia la strada giusta. Pensiamo che sia  più efficace eliminare i parcheggi blu limitrofi al centro cittadino fino a fine lockdown e aumentare i permessi ai commercianti per carico/scarico e asporto così come già attuato da altre città a noi vicine.”

Johnny Zaffiro di Casale Bene Comune: “Ormai è chiaro a tutti che a due anni dall’insediamento di questa amministrazione la parola d’ordine è “improvvisazione”. La sospensione della ZTL ne è un’ulteriore prova. I commercianti non solo dubito possano  beneficiare di una decisione degna della peggior politica anni ‘80, ma addirittura può diventare un ulteriore danno per la già precaria situazione attuale. L’esempio lo abbiamo in città, nella bellissima e storica via Lanza lasciata in uno stato di totale abbandono dove le auto diventano nemiche del commercio e non viceversa.

Chiediamo che sia fatto a stretto giro di posta un piano organico e strutturato del commercio, dove al primo posto si metta la tutela dei negozi di prossimità. I finanziamenti  estemporanei sono utili per lo più ad una campagna elettorale permanente, altro invece  è difendere il commercio e aiutare il nostro centro storico a tornare un punto di riferimento per i cittadini, per il turismo e la storia che lo contraddistingue.”

Anche Luca Dainese di Patto con i Cittadini concorda con le riflessioni proposte.