NEL GIORNO DELLA MEMORIA C’E’ UNA SIGNORA CHE VOGLIAMO RINGRAZIARE, RIVOLGENDO A LEI UNA PREGHIERA.
Irena Sendler (nella foto) era una donna di origine polacca. Durante la seconda guerra mondiale è stata assunta come idraulico nei campi di concentramento ma lei aveva un secondo fine riguardo a questo lavoro…
Sapeva dei piani terrificanti dei nazisti…aveva il suo furgoncino e le sue borse ingombranti…alla fine della giornata Irena metteva nelle sue borse dei bambini..e le metteva nel furgoncino insieme al cane che era addestrato ad abbaiare a tutti i soldati che, un po’ scocciati dal cane non controllavano mai il retro del furgone…e così Irena ha salvato più di 2500 bambini!!!
Quando è stata scoperta le sono state rotte le gambe e le braccia…ma lei non ha mollato la sua missione…nel giardino di casa sua ha seppellito un barattolo di vetro con la lista di tutti i nomi dei bambini che aveva salvato…ed è sempre andata alla ricerca dei genitori e parenti.
All’età di 98 anni si è spenta e al momento della sepoltura un signore ha messo il barattolo con i nomi dei bambini che aveva salvato nella sua bara, portandoli sempre con sè.
Non sempre il premio Nobel viene dato a chi lo merita veramente…
Irena, GRANDE DONNA, siamo certi che quando è volata in cielo l’hanno accolta tutti i suoi bambini ora angeli del Cielo, ne siamo sicuri. Grazie.