Ne li paraggi de Piazza Navona

se trova ‘n’vicoletto niscosto

‘ndo nun ce batte mai nimmanco er zole

Eppure tiene ‘n’fascino a di’ poco eccezzionale 

pe’ queli barconcini de fero ‘nfiorati de geranei

che cascheno giù senza er paracadute

e coloreno de vivacità ‘sta via ‘ngusta

che bisogna annalla a cercà pe’ quant’è stretta

‘N poveraccio senza casa cià steso ‘n’cartone

pe’ dormicce senza rotture

‘ndove ‘a gente bbene nun se sogna de mette er piede

frastornata da li borghi accurturati e ricchi

‘ndo je sembra de sentisse più granne

 @Silvia De Angelis

IL VICOLETTO (TRADUZIONE) Vicino a Piazza Navona si trova un vicoletto nascosto ove non batte mai ne anche il sole Eppure ha un fascino a dire poco eccezionale per quei balconcini di ferro ornati dai geranei che scendono giù senza il paracadute e colorano di vivacità questa via piccola che bisogna cercare per quanto è stretta Un poveretto senza casa vi ha steso un cartone per dormirvi indisturbato E lì la gente per bene non ci va proprio frastornata dalle vie tradizionali e ricche dove ha l’impressione di sentirsi più importante