La Pinacoteca dei Cappuccini ha sede a Voltaggio in Piemonte, poco lontano da Genova. La pinacoteca nasce nel 1870 grazie a Padre Pietro Repetto che aveva raccolto le opere al Convento di Santa Caterina a Genova. Nel 1901 la raccolta di opere d’arte viene affidata definitivamente al convento di Voltaggio. Nel 1967 cominciano la collaborazione tra il convento e Soprintendenza Belle Arti del Piemonte. Nel 19671970 la pinacoteca venne restaurata grazie al comitato “Comitato per il riordino e la sistemazione della Pinacoteca”. Nel 1971 la pinacoteca trovò la sua collocazione definitiva. Attualmente l’apertura stagionale estiva è gestita dal Comune di Voltaggio in collaborazione con l’Associazione L’Arcangelo che organizza anche eventi culturali, musicali e religiosi all’interno del complesso conventuale che custodisce la quadreria cappuccin

La Pinacoteca è una collezione di primissimo piano, composta da dipinti di arte sacra custodite nella Chiesa e nel Convento Cappuccino di Voltaggio al confine tra Liguria e Piemonte.Opere che vanno dal XV al XVIII secolo di autori liguri, piemontesi e lombardi quali Luca Cambiaso, Domenico Fiasella, Sinibaldo Scorza, Bernardo Strozzi, Agostino Bombelli, Paolo Pagan

Dal web