Si scivola come un niente

in un sentimento strano,

pare che ti riempia il tempo

e pure ruba la tua mente,

si scivola così come un niente

in una tempesta fatta di cieli aperti,

e ti domandi come può

ancora esistere un temporale

in un cielo ormai atto all’imbrunire.

Si scivola come un niente

come un petalo di rosa

cade sull’erba fresca dolcemente

e non si riesce a comprendere

come un corpo abbandonato al niente

possa ancora fremere

e gioire di quel sentimento.

Si scivola così come un niente

e porta pure il pianto

dalla troppa e tardiva felicità

che riempie il rimanente tempo.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web