SARS-CoV-2 endemico. A questo punto della Pandemia appare chiaro che SARS-CoV-2 con un amplissimo serbatoio umano di asintomatici, la comparsa di continue varianti e lo adattamento alle condizioni climatiche è di fatto diventato endemico, cioè presente sul territorio, con puntate epidemiche, cioè un numero importante di casi quando i non immuni raggiungono una soglia critica, non immuni ai singoli Ceppi.

È un po’ come il Morbillo o la Rosolia, che causano un numero di casi relativamente contenuti ogni anni e importanti riaccensioni ad insorgenza periodica. A maggiore ragione i lockdown non saranno più applicabili ed i vari vaccini, al di là di una protezione parziale e non definitiva, costretti ad inseguire sempre le mutazioni, in ritardo sulle stesse di mesi.

Cosa fare? Accettare quello che è accaduto, fare ripartire la vita di tutti i giorni, sapendo che ci saranno quotidianamente malati e morti e puntare su comportamenti singoli responsabili, non lockdown che è altro, vaccini da aggiornarsi periodicamente, e cure precoci soprattutto a casa coi farmaci che ci sono e ci saranno.

Questa Pandemia ha insegnato vieppiù che la Gente considera prioritaria la Salute sulla Economia, anche se non si può morire di fame … I Politici se ne facciano una ragione, leggano tutti Spillover, così capiranno, e si apprestino a fare convivere la Gente con un Virus, che non andrà più via, mediante provvedimenti saggi e realistici ed una comunicazione corretta.