FALSE APPARENZE  (racconto in prosa) Alberta Scarpetta

FALSE APPARENZE  (racconto in prosa)

A volte capita nella vita di incontrare una persona che vede oltre le apparenze. È un miracolo!

Tutti ti giudicano da quello che vedono, o che credono di vedere.

Vedono che sorridi e ti dicono: fortunata te che sorridi e, non sanno,  che proprio in quel momento vorresti piangere perché hai il cuore pieno di malinconia.

A volte ti osservano,  mentre affronti  con coraggio, una prova difficile e ti dicono: sei forte sai affrontare tutto senza problemi non hai bisogno di nessuno. Ed è  proprio in quell’istante che tu ti senti fragile e vorresti gridare: aiutatemi mi sento tanto debole e bisognosa di qualcuno che mi sostenga

Ma nulla accade tanto tu sei forte  … Poi accade il miracolo: qualcuno ti guarda e  ti vede veramente  per quello  che sei e ti chiede:  come stai? Sei triste? Hai bisogno di me? Io ci

 sono!

È  un attimo di pura felicità, qualcuno finalmente ha compreso che non sei quell’essere pieno di coraggio e di spensieratezza che appari, ma sei una persona come tutte le altre, bisognosa di amore  comprensione, sostegno. 

Una persona che per pudore nasconde la propria fragilità dietro ad un sorriso.

Ecco perché non bisogna mai fermarsi alla prima impressione, ma cercare di capire veramente chi abbiamo difronte.

La verità è che  occorre rendersi conto che  non esistono supereroi né superuomini, ma persone  con le loro debolezze,  le loro mancanze, le loro fragilità.

Cerchiamo, allora, di essere più cauti nell’esprimere giudizi ricordandoci, sempre, che tutti abbiamo bisogno di tutti senza false apparenze. 

A.S.

foto pexels