IRONICO SAN VALENTINO

Ti amo perché sei raro…

come il denaro;

ti amo perché sei vario…

come un dizionario;

ti amo perché sei più ricco…

di uno sceicco;

ti amo perché sei più intelligente…

di un ripetente;

ti amo perché sei meno ingombrante…

di un elefante;

ti amo perché sei meno geloso…

del mio moroso.

Ti amo perché sei tu,

cosa vuoi di più?

La filastrocca, di 14 versi piani, di varia misura, è strutturata sull’elenco: 7 volte iterato ‘ti amo’; il ribadimento ossessivo alla fine cambia di segno, e diventa: non ti amo affatto. Interessanti le rime: raro/denaro; vario/dizionario; ricco/sceicco; intelligente/ripetente (ossimoro); ingombrante/elefante (iperbole); geloso/moroso; tu/più. Un divertito e divertente nonsense, degno di Rodari.