Baby pit stop Unicef al Museo dei Campionissimi

Grazie a un Protocollo Unicef Italia – Soroptimist International d’Italia, a Novi Ligure presso il Museo dei Campionissimi, è stata allestita nella sezione dedicata alle cicliste un’area attrezzata di sosta per permettere alle mamme di allattare e cambiare il pannolino. L’inaugurazione è in programma giovedì 18 febbraio alle ore 18.

L’iniziativa, realizzata dal Soroptimist Club di Alessandria in collaborazione con la Sezione provinciale di Unicef, vuole rilanciare l’importanza della maternità e promuovere l’allattamento al seno, momento tanto naturale quanto salutare per la crescita dei bambini.

I Baby Pit Stop Unicef sono ambienti protetti, in cui le mamme si sentono a proprio agio per allattare il loro bambino e provvedere al cambio del pannolino. Per questo l’Unicef Italia, nell’ambito del Programma Insieme per l’Allattamento, si pone come obiettivo di realizzarne su tutto il territorio italiano, a cominciare dalle proprie sedi locali. Solo il 10% delle mamme continua ad allattare oltre i 6 mesi di vita del proprio figlio, perché l’allattamento non è favorito in nessun luogo; partire dagli spazi museali e renderli accoglienti a questo fine significa dedicare attenzione alla figura femminile e alla sua condizione proprio nei luoghi deputati alla formazione e al cambiamento. L’area di sosta è dotata di una comoda poltrona per l’allattamento, di un fasciatoio e di un tavolino d’appoggio, al fine di creare un ambiente confortevole per le mamme che si recano in museo.

In accordo con l’Amministrazione comunale si è scelto il Museo dei Campionissimi, realtà rappresentativa di uno sport, il ciclismo, certo maschile e femminile ma con un divario ancora da colmare tra i generi almeno nel mondo del professionismo.

Il Soroptimist Club, impegnato nell’avanzamento della condizione della donna, e l’Unicef da sempre garante dei diritti dell’infanzia prevedono già la realizzazione di altri Baby Pit Stop per promuovere la cultura dell’allattamento al seno per lo sviluppo ottimale della prima infanzia.