Per colpa altrui, Alessandro Scialpi

Per colpa altrui

Tra nubi rossastre quella mano rapace

penetra le mie turbate emozioni,

cingendo quell’amina carnale.

Trafuga pensieri, scalfisce lesioni,

funesta raggira ricordi e passioni.

Esalta dolori sprigiona rancori.

Caparbia e insolente penetra la mente,

ti offusca la vista con morte stagioni.

Di spazio si avvale cercando l’uscita.

Inerme quel cuore racchiuso d’amore,

lacrima sangue implorando la vita.

Tutto or tace per mano errante.

“ Le orme del poeta “

   Alessandro Scialpi

Dalla pagina Facebook Poesia e anima