Secondo quanto riferisce un comunicato apparso sul sito della Queen Mary University of London (vedi il primo collegamento in basso), i risultati incoraggianti di uno studio clinico giunto alla fase III suggeriscono che un nuovo tipo di farmaco potrebbe rivelarsi molto utile per aumentare la sopravvivenza dei soggetti affetti dalla forma più comune di cancro alla vescica. Nell’articolo si fa riferimento ad un nuovo studio apparso sul New England Journal of Medicine. 1)  Cancro uroteliale2)  Coniugati farmaci-anticorpo3)  Nuovo farmaco enfortumab vedotin4)  Risultati dello studio clinico5)  Vantaggio di sopravvivenza nel cancro della vescica6)  Approfondimenti7)  Articoli correlatiCancro urotelialeNello studio si prende in considerazione il cancro uroteliale, il cancro più comune per quanto riguarda la vescica (rappresenta il 90% dei casi) che può propagarsi anche nella pelvi renale, nell’uretere e nell’uretra. Attualmente i trattamenti sono rappresentati dalla chemioterapia che ha un certo successo ma che purtroppo colpisce anche le cellule non tumorali. del 30%

Sorgente: Cancro alla vescica, nuovo farmaco sembra ridurre rischio di morte del 30% – Notizie scientifiche.it