Preferisco la mia compagnia

percosso dal vento solitario.

A piccoli sorsi ingoio la mia vita

sciogliendo i pensieri nel ghiaccio.

Indifferenti sfilano parole e risate

che scompongono la mia testa

in tanto che gli occhi seguono

i cubetti disciolti in astratte forme.

Scombinato,

disordinatamente rilego

le mie consumate pagine.

Bruno Mohorovich

Poeta, curatore collana poesia Bertone editore