Cultural: Torniamo, oggi, a parlare del Fondo Sartorio

Visita Alessandria.

Torniamo, oggi, a parlare del Fondo Sartorio. Sfogliando le primissime foto archiviate abbiamo scovato una lunga serie di immagini veramente interessanti che ritraggono Alessandria circa 80 anni fa. E’ stato interessante osservare quante cose siano cambiate nel tempo, sebbene il viale sia ancora oggi gremito di persone che amano incontrarsi sulle panchine, all’ombra degli alberi, vedere la piazza quasi totalmente sgombra di automobili che non soffocano il monumento di Urbano Rattazzi, fa un piacevole, benchè strano, effetto.

Alla ricerca di confronto tra passato e presente, abbiamo scattato una foto di come appare la piazza oggi:  la “Cremeria del Corso” non si è mai spostata, mentre i locali attigui hanno ospitato le attività più varie dal negozio di tessuti “SATEA” che vediamo in foto, alla libreria Mondadori, all’attuale banca.

I binari del tram attraversavano le strade passando giusto accanto alle carrozze parchegiate a bordo strada al posto delle attuali macchine.

I cambiamenti sono stati numerosi, grandi e piccoli e ognuno di noi ne è stato testimone nel suo piccolo. Ricordo ancora la Mondadori all’angolo in cui molti di noi andavano a comprare i libri di scuola e che oggi si è spostata in via Trotti.

E voi? Di quali cambiamenti di Piazza Libertà siete stati testimoni?

(Foto storica dal Fondo Sartorio – Foto odierna di Emmanuele Calautti – Didascalia di Sara Gilardenghi)