man x-ray

ORME SVELATE

Risultato immagini per brain memory public domain

Con l’arrivo di marzo, molte persone sperimentano la febbre da fieno. Con l’eccessiva risposta immunitaria, la maggior parte ammetterebbe che il raffreddore da fieno non è poi così male. All’altra estremità dello spettro ci sono malattie autoimmuni gravemente debilitanti come l’artrite reumatoide e la sclerosi multipla. Un filo conduttore in tutte queste condizioni sono le citochine, molecole che causano l’infiammazione. Una recente ricerca dell’Università di Tsukuba fa luce sugli effetti delle citochine eccessive sulle cellule neuronali e gliali del cervello. I ricercatori dell’Università di Tsukuba in Giappone hanno studiato un’importante citochina chiamata interleuchina (IL) -17A. Il loro recente studio mostra che aumenti cronici dei livelli di IL-17A circolanti nel sangue di topo possono ridurre l’attività della microglia in una parte dell’ippocampo del cervello. Questo potrebbe spiegare perché è correlato a diverse malattie neurologiche. I ricercatori si sono concentrati sull’IL-17A perché è noto per essere coinvolto in disturbi autoimmuni neurologici e…

View original post 306 altre parole