Questa mattina il nostro viaggio tra passato e presente, passa da piazza Garibaldi. A un primo sguardo sembrerebbe sempre la stessa, ma i fili e le rotaie del tram hanno fatto spazio ad automobili e pullman che transitano frequentemente nella storica piazza ideata come centro della vita borghese dell’Alessandria dell’ ‘800 e disegnata dall’architetto Ludovico Straneo.

Parliamo di una piazza storica e immensa che, insieme ai giardini (divisi dal canale Carlo Alberto), aveva lo scopo di unire la città nuova che si stava sviluppando a sud e la sua parte storica.
La costruzione degli edifici circostanti venne affidata alla famiglia Guerci (di cui abbiamo già ammirato alcune opere) e alla famiglia Borsalino a cui fu affidata la progettazione dell’orologio pubblico.

Con il passare del tempo, vennero presentati numerosissimi progetti allo scopo di abbellire la piazza per farla tornare il luogo di aggregazione per cui era nata, adornandola con giardini, aiuole, fontane e padiglioni per la musica. Le proposte non sono mai mancate, ma fino ad oggi non c’è mai stata l’occasione per accogliere e portare a termine uno di questi progetti, sebbene sia stata spesso protagonista di moltissimi eventi, tra cui le feste di Carnevale.

In una precedente foto abbiamo visto il corteo di biciclette partire proprio da una piazza Garibaldi in fiore. Non sarebbe bello se la nostra piazza potesse tornare a sbocciare?
E voi? Quali ricordi avete di questa piazza? A quali eventi che l’hanno vista protagonista avete partecipato?

(Foto storica dal fondo Sartorio – Foto odierna di Emmanuele Calautti – Didascalia: Sara)

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=3679036992203131&id=408841182556078