Crisi Cerutti a Casale Monferrato, Italexit: Le parti sociali di adoperano per dare immediate risposte ai lavoratori

Commento del partito politico Italexit con Paragone circa la crisi del Gruppo Cerutti di Casale Monferrato

Venerdì 19 Febbraio due referenti del circolo Italexit Alessandria, Silvia Gambino e Carmelo Miragliotta, si sono recati davanti i cancelli della  storica Cerutti di Casale Monferrato. I lavoratori stanno vivendo ore di angoscia: l’azienda ha deciso di sospendere l’attività produttiva ed ha posto i 130 lavoratori in cassa integrazione. La decisione è successiva ad una lunga vicenda che ha portato alla costituzione della nuova società Gruppo Cerutti srl che ha assorbito i beni e le attività delle 2 società preesistenti, operazione che avrebbe dovuto portare ad un rilancio dell’azienda.

Purtroppo si sono accumulate perdite nel corso degli anni e degli esercizi tali da non rendere più possibile la prosecuzione dell’attività

Attualmente davanti ai cancelli della Cerutti i lavoratori hanno dato vita ad un presidio permanente. Si chiedono risposte al mondo politico e garanzie di sostegno attraverso le organizzazioni sindacali

Purtroppo è una scena che abbiamo già visto tante volte e a cui non vorremmo più assistere. Ci chiediamo se non sia compito del Governo di un Paese riuscire ad intercettare per tempo le difficoltà del tessuto produttivo e ad adottare tutti gli strumenti a disposizione per sostenere l’occupazione e le aziende.

Certo è che il periodo storico che stiamo vivendo ci vedrà sempre più alle prese con problemi di questo tipo. D’altra parte le Istituzioni forniscono risposte non soddisfacenti: le risorse sono esigue, questo è il duro prezzo da pagare per la perdita della nostra indipendenza politica, finanziaria e monetaria.

D’altra parte serpeggia l’idea che ci sia una volontà politica di lasciare le tante (troppe) aziende in difficoltà al loro destino.

Italexit ritiene che in un contesto così complesso e critico, tenuto in considerazione che i lavoratori hanno diritto ad azioni immediate che siano in grado di abbreviare i lunghi tempi della burocrazia, le parti sociali si dovrebbero adoperare principalmente per sfruttare al meglio gli strumenti legislativi che sono già a nostra disposizione.

L’art 46 della Costituzione promuove la collaborazione dei lavoratori alla gestione delle aziende, nei modi e nei limiti stabiliti dalla legge. E’ proprio in momenti come quelli che stiamo vivendo che abbiamo bisogno di rilanciare la produttività delle nostre aziende e di sostenere l’occupazione, attraverso la partecipazione nelle sue diverse forme. E’ tempo di definire nuovi rapporti tra le parti sociali che devono tendere ad una maggiore collaborazione e minore sterile conflittualità, sempre nel rispetto dei diritti dei lavoratori e della libertà di iniziativa economica degli imprenditori. In questa nuova prospettiva di sostegno dell’occupazione diventa essenziale il ruolo dei sindacati. 

ITALEXIT CON PARAGONE – Circolo di Alessandria

Silvia Gambino (Referente politico)

Silvio Stranieri (Organizzatore)

Carmelo Miragliotta (Tesoriere)