Inebriarsi, di Luciano Testai

Inebriarsi            2005

Ritrovarsi in riva al mare 

dove il respiro delle onde 

ritma il tempo…

su spiagge levigate 

dal vento 

dalle onde.

Nel lento scorrere delle ore 

attendo l’ultimo gabbiano

per appendermi  

con l’anima alle sue ali 

con lui fuggire 

nel blu della notte 

su un isola persa nel mare. 

Inebriarsi nell’infinito 

con l’anima libera 

nel sogno della vita.

Luciano Testai 

Foto Eva Muti