Noto soprattutto come pittore di paesaggio, durante l’arco della sua lunga carriera Pietro Sassi esercitò con non minore impegno anche una apprezzabile attività di decoratore – di scene teatrali e di interni – di cui resta traccia ad Alessandria nell’affascinante ciclo pittorico a tempera che orna due sale site al piano “nobile” del palazzo municipale. Eseguiti tra il 1886 e il 1887 e riportati al loro originario splendore da un recente intervento di restauro conservativo, i dipinti sono un prezioso documento della sua arte e insieme testimonianza del legame, mai sopito, con la città natale.