lementelettriche

Carl Gustav Jung – Meditazione

“Quanto meno un uomo è cosciente, tanto più seguirà la norma generale del comportamento psichico. Ma quanto più diventa cosciente della sua individualità, tanto più emerge la sua diversità da altri soggetti, e tanto meno egli corrisponderà all’aspettativa generale. In questo caso è anche più difficile prevedere le sue reazioni. Il grado di libertà empirica della sua volontà cresce in misura proporzionale all’ampliamento della coscienza.”

Carl Gustav Jung – Riflessioni teoriche sull’essenza della psiche

Parliamone e diciamolo chiaramente, una volta per tutte.
Più si è prevedibili, uniformati, massificati e meno si ha una coscienza individuale sviluppata.

Ecco “La moltitudine dei numeri privi” – come dice la poetessa e cara amica Cristina Bove – per indicare ironicamente che, i più, solitamente sono privi di qualsivoglia spessore.

Dunque, minore è la coscienza di sé e minore è il grado di emancipazione dell’individualità.
Al contrario, più si è…

View original post 186 altre parole