chi vi disse che c’ero
schiocchi di parole
acquattate nel bosco tra le foglie
profonde di noi?

con la lingua percorremmo
posizioni lastricate:
il pensiero
le ore
i silenzi degli altri
quella vita interiore
che tace che grida e
si immola
ci fruga ogni notte

a tasche bucate il gettone
puntammo: perdemmo vincemmo
vivemmo

uno specchio allo specchio
pesare a grammi la colpa
(com’è viva la mia colpa! schiocca ed è bella)
poi il disprezzo la fuga l’orrore

ah si!
nella notte
lui vi disse dov’ero
lui sapeva di me
senza nome

Wassily Kandinsky, stampe, riproduzioni e quadri del artista su  COPIA-DI-ARTE.COM - Riproduzioni e dipinti di COPIA-DI-ARTE.COM