ho disegnato a matita la felicità
aveva la forma di un abbraccio
e le scarpe grandi
robuste per durare a lungo
quanto un errore.

non aveva ali
girava per la casa
toglieva la polvere
affondava nei cuscini
e tu eri lì con lei.

l’ammalarsi della vita era lontano
e il disegno non ne portava traccia.

Insomma fa qualcosa
respira profondo               
concediti.

dov’è la gomma?
cancella cancella
cancella

oppure falle le ali.
lascia che ci lasci.

ora in Lucia Triolo, E dietro le spalle gli occhi

Max Ernst – Fidia Arte Moderna