Da lunedì 8 marzo e per i successivi 15 giorni tutto il Piemonte sarà in zona arancione rafforzata. Le province di  Cuneo, Torino, VCO e Vercelli, infatti, presentano dati fuori soglia. Per questo motivo il Governatore del Piemonte Alberto Cirio durante la riunione di oggi con i Prefetti delle province piemontesi e con gli enti locali ha stabilito le seguenti regole.

Non si può raggiungere le seconde case, anche se all’interno della regione. Non è possibile spostarsi tra Comuni diversi se non per motivi di salute, lavoro o necessità comprovati dall’autocertificazione. La pubblica amministrazione sarà in smart working. Le scuole di ogni ordine e grado chiuse (nidi e scuole dell’infanzia compresi) e didattica a distanza al 100%. Questo, però, non si applicherebbe a tutte le province per ora perchè nelle province di Asti, Alessandria, Biella e Novara saranno in DAD solo le scuole secondarie di primo e secondo grado.