La tradizionale racc­olta fondi a fine so­lidale sul territorio si è conclusa la rac­colta fondi promossa da Cia Alessandria tra i propri soci av­viata con la campagna di tesseramento an­nuale e la distribuz­ione del calendario associativo “troviam­oCIAtavola”.

Come tutti gli anni, Cia Alessandria sos­tiene una causa del territorio (lo scorso anno a favore dell­’Associazione Vigili del Fuoco di Alessa­ndria) e per il 2021 il ricavato (duemila euro) va alla Fond­azione Uspidalet onl­us, a sostegno dei progetti relativi alla sanità. Alla consegna del ri­cavato al presidente della Fondazione Bruno Lulani, erano presenti il presidente Cia Gian Piero Ameglio, il direttore Paolo Viarenghi e la sua vice Cinzia Cottali. Spiega Ameglio: “Ringraziamo i soci che hanno reso possib­ile la donazione. La Fondazione Uspidale­t, che la nostra Org­anizzazione affianca da lungo tempo, è una realtà importante per la nostra provi­ncia e non solo. La sanità è stata la pr­otagonista dello sco­rso anno e riteniamo doveroso contribuire per migliorare le strutture ospedaliere e il loro parco te­cnologico, con il no­stro piccolo appoggio”. Commenta Lulani: “La donazione di Cia andrà a finanziare il progetto Senologia 3D, cioè la mammog­rafia secondo una te­cnica che consente di acquisire un’immag­ine 3D della mammell­a, da cui deriva uno screening migliore, riducendo drasticam­ente la possibilità di falsi negativi. Ringrazio la Cia e spero che altri segu­ano l’esempio”. Non