Misure più restrittive su tutto il territorio a partire da lunedì 8 marzo Il Piemonte è ufficialmente «arancione rinforzato». Lo dicono i dati dell’ultimo report presentati dal governo alla Regione. Negozi aperti e possibilità di spostamento all’interno del proprio Comune, quindi, ma provvedimenti più restrittivi della classica zona arancione. Innanzitutto la chiusura delle scuole, dalla seconda media alla quinta superiore, in tutto il territorio. Poi, la didattica a distanza anche alle elementari e alla materna nei distretti più a rischio; salva la presenza per i nidi.Si tratta della nascita di vere e proprie zone rosse chirurgiche, per ora 23 comuni su tutto il territorio, che possono aumentare di giorno in giorno. Ma «rinforzare» l’arancione significa anche inserire altri divieti che riguardano soprattutto la vita dei ragazzi fuori da scuola, e in generale gli assembramenti: chiuse le aree giochi e i campi sportivi. Inoltre, sarà possibile andare a fare la spesa o entrare in un negozio per una sola persona a famiglia, come nel primo lockdown.

Fonte: Torinocorriere.it