Vi domando… di Valeria Bianchi Mian

Vi domando.

Se un grande uomo, carismatico e geniale, modello e meta delle anime di molti uomini in cerca del centro e di molte donne, dichiara un elemento, un concetto, una realtà a-storica che è vera solo a livello di storytelling e in un certo qual senso è una enorme operazione immaginale, diciamo anche un immaginario marketing che porta storie alternative ai reperti storici e agli studi degli studiosi; se questo saggio Saggio ma anche folle Trickster fa questo e i suoi seguaci per essere tali stanno più o meno consapevolmente nella scia della ‘bugia’, non è in fondo un ‘far torto’ al saggio Trickster? Non è disamore?

Come quando un Re dice una cazzata e tutti i succubi applaudiscono dandogli praticamente dell’idiota.

Io sono fermamente convinta che si debba seguire la storia della Storia in una posizione sufficientemente distanziata per amare al contempo la verità dei fatti e la narrazione che se ne discosta.

Per la qual cosa continuerò a dire che i Tarocchi sono nati nel Rinascimento in ambiente cortese, così come attestano i documenti. 

Nonostante la mia passione Eros/Logos per quell’uomo. 

Anzi, a maggior ragione.