Tanto tempo fa’, Rosetta Amoroso

Tanto tempo fa‘

Sulla terra degli umani 

Girava un virus 

Molto letale 

Invisibile e ciclopicamente 

Devastante, nessuno lo vedeva ,ma tremava come se girasse un lupo 

Un mostro , tanto che il capo decideva a sua scelta quale colore dare 

alla gente per orientarsi nella vita quotidiana, come lavorare o no come e quando andare a scuola o uscire di casa con orologio puntato per il rientro 

Come se questo fatidico virus 

 conoscesse orologio 

che solo un bravissimo virologo ( diciamo bravissimo perché di bravissimo non ne ho visti nessuno )perché tutti scombinati di Cervelli perché nessuno mai d’accordo nel dare  notizie,ne giusti consigli .

Ha fatto sballate i politicanti di quel periodo , tutti litigiosi ( ma poi col tempo si capi che facevano finta di litigare e poi banchettavano a festa tutti insieme )

Spesso il giullare usciva in strada a dare ordini , ma nemmeno capiva lui stesso di cosa parlare , diceva di stare a casa , ma nessuno si occupava di chi non poteva uscire perché un tampone decideva lui !! 

forse ‘chissà , boo che risultava ( dubbio, positivo o negativo forse 

 perché poco affidabile sapete perché ? Questo invisibile, trasparente cornutos virus 

 si distingueva da un corno in più , un elica 

 così piccola che doveva far capire che si trattava del virus 

 che annientava il momento era lui il famoso , quello di moda del momento, quello che faceva fallire molti negozi ,bar, ristoranti, e tanti settori ,,, ma dal parrucchiere si poteva andare , certo che li non andava aveva paura della tintura o della lacca era intollerante e stava distante .

Così molti ricchi cominciarono a comprare molti negozi che chiudevano e loro riaprivano felicemente perché loro non chiudevano anzi 

Un vaccino e poi tanti diversi a gara come in un carosello a chi ne fa di più , ma non uno x tutti tutti x tanti 

Molti affari 

Poi scese un angelo maestoso una figura mai vista 

Mandata da Dio padre onnipotente 

E comincio a giudicare 

Tutti i capi falsi e corrotti 

E gli tolse tutte le ricchezze accumulate da anni e divise tra popolo e gente ridotta alla povertà 

Li scaccio nudi e crudi loro e le loro generazioni 

Lontano dove non potevano più nuocerà ai nitidi 

Apri le chiese 

 e ci fu un canto celestiale 

Tutti guarirono e non ebbero più paura di nulla ( di quel virus uscito dalla coda del diavolo 

Le campane suonarono a festa 

E il virus che poi era solo invenzione di un re cattivo 

E imbecille che faceva morire la gente di forte ansia e paura ,

Acchiappo lo stesso re 

 per la gola e lo trascino via con un turbine di vento mai visto sulla terra 

Torno la pace sulla terra , perché anche chi facevan guerra furono rapiti e svanirono dispersi nello spazio 

La terra fiori a primavera e divenne meraviglia per i giusti .

Amoroso Rosa