Il mio cuore esangue che pulsa, Vladimiro Botta

Il mio cuore esangue che pulsa, 

attingo dalle tue vene l’inchiostro rosso cupo della passione cieca che per istinto sfocia nell’oceano emotivo,

si tinge il blu cobalto del rosso porpora,

le sponde si striano di rosso

anche sulle pianure e i monti il sole, 

stende una velatura rossa,

il rumore della vita, è in scena

come sempre alterna la gioia con il dolore

slargo le tue vene, e vedo navigare velieri

a distanza i promontori

ecco arriva trasportata dal vento la musica,

spruzza ora il tuo sangue, è vivido

e vivificante, 

quanta vita che lo sguardo non coglie, ma il cuore percepisce

ti amo sottilmente e profondamente nella sola forma che conosco,

negli occhi i paesaggi

il vento soffia forte

anche sul mio balcone, è arrivata la primavera

ci sono fiori di ciliegio.

vladimiro botta