Le critiche sui social

“C’è un tempo per parlare e un tempo per tacere e ascoltare”

Criticare sempre e solo tutti e tutto pare sia l’attività più importante da quando sono nati i social.

Alessandria: Prima di avanzare continue critiche su tutto occorre mettersi nei panni di chi viene criticato e chiedersi con obiettività, considerando tutte le problematiche e i vincoli del contesto, che cosa farei io di diverso e sopratutto fattibile nelle sue condizioni?.

Al contrario di quanto molti pensano, criticare purtroppo non aiuta le persone, dato che la critica ovviamente peggiora i rapporti e chi critica perde la stima da parte di chi è criticato e di tutti quelli che leggono online.

La critica continua e non sostenuta da argomenti fondati di supporto, non aiuta nessuno, non chi critica a migliorare la sua posizione e nemmeno chi viene criticato a migliorare il suo operato.

E’ semplicemente una situazione in cui tutti perdono (come le guerre commerciali di Trump) e sopratutto un occasione persa per migliorare sè stessi, gli altri e conseguentemente il contesto sociale.

“Chi dedica il suo tempo a migliorare se stesso non ha tempo per criticare gli altri”.

Madre Teresa di Calcutta.

foto: http://ritina80.altervista.org