La scelta della data del 21 marzo non è casuale: la sindrome di Down, detta appunto Trisomia 21, è caratterizzata dalla presenza di un cromosoma in più – tre invece di due – nella coppia cromosomica n. 21 all’interno delle cellule.


Citando il grande maestro Ezio Bosso: “questi sono i giorni per ricordare. Per correggere e giocare. Sì, a giocare a immaginare il domani.”

Giochiamo, sul serio, a costruire un mondo più giusto anche per migliaia di questi ragazzi unici ?

Io ci sono!