a cura di Marina Vicario

************************

Donna

Hai incatenato
lo sguardo
che fugge sopra le scarpe
che seguono incerte passo su passo,
il cuore che si strugge
guardando le orme
che segui solerte.

Di un’intera vita
per soddisfare
ogni movenza di cuore
e di mente
resta il rimpianto,
voglia di volare
almeno con gli occhi
su un prato accogliente.

In un campo di grano
e rossi papaveri
con tinte confuse
di giallo e di rosso
dall’alba al tramonto
intingi i rimproveri
per i sogni perduti,
gettati in un fosso.

Ma tu leggiadra
attraversi la vita
con il sole
negli occhi
e la morte nel cuore
nascondi le piaghe
con le tue dita
e doni il sorriso
al mondo che muore.

A®S 08/03/2020