Abbiamo parlato spesso della rinomata Fabbrica Borsalino e di come fu – e resta tutt’ora – il simbolo più importante della nostra città.
Non ci siamo mai soffermati, però, ad elogiare chi creava con le proprie mani il successo dei famosi cappelli: le Borsaline.

Donne che hanno contribuito a dar vita, insieme a molte altre, a quella Rivoluzione Femminile che si è trascinata per tutto il secolo scorso dando il via alla rottura della altrimenti rigida divisione dei compiti produttivi in base al sesso. Una dura lotta che ancora oggi, purtroppo, fatica a delineare appieno la sua vittoria.

La prima fotografia di oggi mostra una delle ultime fasi di creazione dei Borsalino: quella della pomiciatura, in cui il feltro, già informato una volta, viene rasato per essere reso uniforme prima della seconda informatura. Per compiere questa operazione vengono utilizzate carte smerigliate e il fuoco.
Nella seconda fotografia, mentre le operaie in primo piano si occupano della lavorazione del feltro, quelle sullo sfondo sembrano apprestarsi al secondo controllo di qualità delle forme ormai definitive dei diversi modelli.
L’ultima fotografia ci porta invece nella fase finale del finissaggio, durante la quale abili sarte di occupano di applicare manualmente gli accessori di rifinitura: la fodera, il marocchino, la cinta e il fiocco.

Con queste immagini celebriamo anche oggi la manovalanza femminile, con la speranza che la forza di queste lavoratrici colpisca anche voi.

(Fondo Sartorio – Didascalia: Federica Stango)

alessandria #alessandrini #cittàdialessandria #comunedialessandria #fototecacivica #cultural #fotodepoca #fondosartorio #cultura #storia #borsalino #donne #parità

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=3768698713236958&id=408841182556078