Un particolare studio condotto dalla RAND Corporation, California, rivela che quelle persone non più capaci di pagare l’affitto o il mutuo dormono un numero di ore minore rispetto a persone della stessa età che non hanno queste tipologie di problemi. Gli scienziati hanno scoperto inoltre che quelle persone che, proprio per questi problemi sono poi costrette a trasferirsi in un’altra località, dormono uno numero di ore ancora più piccolo. I ricercatori della RAND hanno analizzato i dati di 1657 adulti provenienti da 15.600 famiglie svantaggiate a livello economico residenti in California che usufruivano di assistenza pubblica. I ricercatori scoprivano che quelli che non riuscivano a pagare l’affitto o il mutuo dormivano 22 minuti in meno, in media, per ogni notte rispetto ai coetanei che invece non avevano questo problema.Le persone che poi erano costretti a trasferirsi dormivano 32 minuti in meno in media per ogni notte rispetto alle persone che invece non erano costretti a trasferirsi. Si tratta del “primo studio che dimostra che l’insicurezza abitativa rappresenta un netto ostacolo alla durata e alla qualità del sonno sano”, come spiega Robert Bozick, l’autore principale dello studio.

Sorgente: Non poter più pagare affitto o mutuo fa dormire di meno, lo rileva studio – Notizie scientifiche.it