Momenti di poesia. Poi primavera, di Stefania Pellegrini

Arriva gentil giovinetta
ma indugia timorosa
l’avventura prepara
ché grigiore trasformi
allegria sottesa e ad un cenno
espanda la sua arma segreta.
Fiorisca il cielo e la terra, fiorisca
il cuore all’attesa.
Poi primavera lei entra sicura
tu la senti arrivare
e capisci che la sua allegrezza
sarà la tua e l’accogli
nel nido del cuore
per i giorni senza sole.
Saluti l’incontro
dei suoi occhi azzurro cielo
le bocche di rosa
e stelle nivee tra il verde acceso
del suo velo, saluti le intese
diffuse
di languide fragranze.
Sarà valzer nei prati
di leggiadre farfalle
e acuti accorderanno
grilli e cicale
con il canto amoroso degli uccelli.
Saluterai il suo passo
di dolce gazzella e la gioia
cancellerà le nuvole dal petto
al fiorire ancor la leggerezza
di un tempo che fu giovinezza.

Stefania Pellegrini ©