Mese della consapevolezza dell’ENDOMETRIOSI

“MARZO DONNA 2021”

Il Marzo Donna della Città di Alessandria partecipa alla Giornata mondiale dell’Endometriosi.
Il nostro ponte Meier si è illuminato di giallo per sostenere la campagna del Team Italy che anche quest’anno a causa della pandemia non può svolgere la sua marcia di sensibilizzazione.
L’Endometriosi è una malattia subdola che colpisce il 10/15 per cento delle donne in età riproduttiva per una stima di 3 milioni di donne in Italia e 176 milioni nel mondo.
L’ endometriosi è una malattia invalidante, a carattere infiammatoria, che colpisce una donna su dieci.
È causa di infertilità nella maggior parte dei casi.
Purtroppo solitamente viene diagnosticata con 10 anni di ritardo rispetto alla comparsa dei primi sintomi che vengono confusi con altre patologie a carico dell’intestino.
L’Endometriosi è una malattia dolorosa a quattro stadi.
L’ Endometriosi, che riveste il corpo dell’utero al suo interno, fuoriesce dalla cavità uterina dove cresce e invade altre strutture.
Si manifesta con:
forti dolori mestruali e flussi abbondanti durante le mestruazioni
dolori addominali prima e durante il ciclo
fastidi e dolori durante i rapporti sessuali
nausea e vomito
dolori durante l’atto della minzione e della defecazione
disturbi digestivi e intestinali
stanchezza cronica
A tutt’oggi non esiste una cura e, se non diagnosticata in tempo, è altamente invalidante!

Questa giornata è stata dedicata all’Endometriosi per diffondere e sensibilizzare la malattia che, oltretutto, ha costi elevati per chi ne soffre.

Oggi più che mai c’è bisogno di una legge che ne esoneri il ticket sanitario.

Tutte le donne ammalate di Endometriosi e non solo, in questa giornata, chiedono a gran voce di

demolire il falso mito che i dolori mestruali acuti siano normali
fare prevenzione
incrementare la ricerca sulle cause ancora ignote
trovare una cura.


Giornata mondiale dell’Endometriosi, World Endomarch Day, si celebra in tutto il mondo con varie iniziative.

Firmato dal ministro della Salute, Roberto Speranza, il decreto che autorizza la spesa di tre milioni di euro ripartiti sugli esercizi finanziari 2021-2022 e 2023 per progetti di ricerca sull’endometriosi, la malattia che colpisce le cellule della parete dell’utero, con conseguenze fortemente invalidanti. Lo rende noto il ministero della Salute nella Giornata mondiale dedicata alla malattia. Per l’occasione la sede del ministero viene illuminata di giallo. L’obiettivo dei progetti di ricerca finanziati, si legge nella nota, è “produrre risultati trasferibili in tempi brevi e avere un esplicito orientamento applicativo”. Promosso dal sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, il bando è nazionale ed è “rivolto a tutti i ricercatori che operino in enti afferenti al Servizio Sanitario Nazionale (destinatari istituzionali sono le Regioni e le Province autonome, Istituto Superiore di Sanità, Inail, Agenas, Istituti zooprofilattici sperimentali e Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico pubblici e privati)”. L’endometriosi è inserita tra i Livelli essenziali di assistenza (Lea) nell’elenco delle patologie croniche e invalidanti, con riconoscimento al diritto all’esenzione di alcune prestazioni specialistiche.

Anche Alessandria ha partecipato alle iniziative relative alla Giornata Mondiale per la ricerca sull’endometriosi, illuminando di GIALLO il ponte Meier e ha contribuito a raggiungere questo
risultato.