IL BACIO, di Carmelo Salvaggio

IL BACIO

E dopo il dono

del corpo e del sangue

argenteo gronda il silenzio

sopra gli ulivi tremanti nell’arco della luna

e in esso, la voce sommessa dell’Uomo:

-Padre allontana da me il calice…

Dormono gli uomini.

sulla pietra del pianto

stille di sudore e di sangue.

Tormenta forte il pensiero

del cilicio, del legno e dei chiodi:

-Padre allontana da me il calice…

Bonario il rimprovero ai suoi

e dal buio muove la turba

con lance e bastoni.

La sagoma di quello che tradirà 

s’avvicina, lo chiama Rabbì e lo bacia.

01 aprile 2021

Carmelo Salvaggio

immagine dal web

(Giotto, Cappella degli Scrovegni)