‘NA PIOGGERELLA, Silvia De Angelis

‘NA PIOGGERELLA

Me perdo drento ‘na pioggerella che scenne lenta

con ‘n’ticchettìo monotono ch’aricorda 

er battito d’en orologgio a pendolo

‘Mplaccabbile segna er tempo fuggitivo

d‘e stranezze d‘a vita

che se rincoreno senza tregua

pe’ fatte capì a un certo punto

quant’ è mejo a stassene da soli a ‘n’angoletto

pe’ sbircià ‘n ‘ silenzio ‘ e follie

de quelli che te stanno ‘ntorno

e nun so’ capaci nimmanco de gustasse

er concerto a mille mani

de ‘na pioggia maggica

che te stuzzica quer pizzico de core

@Silvia De Angelis

UNA PIOGGERELLA (traduzione)

Mi confondo dentro una pioggerella che scende lenta

con un ticchettìo monotono che ricorda

il battito di un orologio a pendolo

Implacabile segna il tempo fuggitivo

delle stranezze della vita

che si rincorrono senza tregua

per farti capire a un certo punto

quanto sia meglio starsene da soli in un angoletto

per osservare in silenzio le  follie

di coloro che ti stanno intorno

e non sono capaci ne anche di gustarsi

il concerto a mille mani

di una pioggia magica

che ti stuzzica un angolo di cuore