Conclusa la prima fase di selezione del Concorso Fotografico Marco Triches. 30 le foto scelte per una mostra che si annuncia piena di emozioni, ma il Grazie degli Illegali è soprattutto ai 200 partecipanti che hanno permesso di onorare la memoria di un amico.

Essendo un concorso fotografico abbiamo scelto le foto finaliste e procederemo a proclamare un vincitore. Tuttavia per noi non è questo l’aspetto più importante dell’iniziativa. L’aspetto più importante è aver avuto circa 200 autrici e autori, con più di 500 foto che ci aiutano, con la loro presenza e con i loro lavori, a ricordare Marco in questo modo. Li ringraziamo con tutto il cuore per questo supporto. Ci piacerebbe averli tutte e tutti con noi in presenza quando sarà possibile organizzare la mostra in modo da onorare ancora di più il nostro amico.

Con queste parole, che si possono leggere sul sito www.illegali.it, la Compagnia Teatrale Gli Illegali ha voluto ringraziare tutti i partecipanti al Concorso Fotografico Lo Spirito del Teatro allestito in memoria dell’amico e attore della compagnia Marco Triches, il pompiere tragicamente scomparso nell’esplosione di Quargnento del 2019, appassionato di fotografia, oltre che di teatro.

Evocare in un’immagine lo Spirito del Teatro, i rapporti di amicizia e le emozioni che la pratica teatrale riesce a innescare era il difficile e vago obbiettivo fissato dal bandoValutare quindi le 500 foto arrivate, molto diverse tra loro, non è stato facile per una giuria formata, non da tecnici e fotografi ma dagli attori della Compagniache – come ci raccontano i giurati – dopo alcune serate online passate a valutare le immagini, e momenti anche di acceso e stimolante confronto, hanno infine votato le 30 finaliste che verranno esposte alla mostra conclusiva del concorso.

Essendo ancora in attesa della proclamazione del vincitore prevista per fine aprile 2021, sono poche le anticipazioni sulle immagini scelte per la mostra di cui però sappiamo – sempre tramite i giurati – che sono foto molto diverse tra loro che daranno una visione del teatro plurale ed estremamente stimolante. Nella mostra quindi i ritratti di scena si alterneranno a sorprendenti foto di prove giocose, scatti poetici dietro le quinte e istanti di teatro domestico, scolastico o di strada a testimonianza che il teatro è ovunque. Mentre, al di là della tecnica fotografica, i grandi protagonisti della mostra saranno numerosi emozioni e sentimenti evocati, tutti facenti parte del poliedrico spirito del teatro, dal gioco e complicità amichevole all’innamoramento e al sogno poetico, dalla delusione del sogno infranto all’espressione, attraverso lo spettacolo, della patologia e del disagio, fino alla consapevolezza di una salvezza possibile nella bellezza.

I nomi dei trenta autori e autrici sono pubblicati sul sito degli Illegali all’indirizzo www.illegali.it
Nell’attesa di conoscere meglio almeno i vincitori, possiamo constatare che su trenta partecipanti ci sono nove donne e sette piemontesi (quattro residenti nella provincia di Alessandria), ma circa la metà dei fotografi arrivano dal Centro o dal Sud. Di tutti aspettiamo di ammirare le foto nella mostra che sarà allestita, probabilmente a giugno non appena la situazione pandemica lo renderà possibile, al Chiostro di Santa Maria di Castello, in Piazza Santa Maria di Castello, ad Alessandria, e che vorrà essere soprattutto una festa in memoria di un amico, aperta a tutte e tutti.